Vivere a Bologna

Bologna è un luogo particolarmente adatto per imparare l’italiano “I bolognesi parlano la parlata più bella” Dante, De Vulgari Eloquentia. La vita sociale è molto vivace, qui è facile chiacchierare con le persone. Bologna è abbastanza grande ma non è provinciale e allo stesso tempo non così grande da aver perso la qualità umana delle relazioni sociali che si trova ancora nelle piccole città. Bologna è una città medievale di origini etrusche la cui bellezza non è stata ancora scoperta dal turismo di massa. Infatti la città non è mai affollata di gruppi di turisti, che preferiscono visitare proprio le città turistiche che esibiscono la bellezza rinascimentale e barocca.
Bologna ha così mantenuto il suo aspetto umano: dopo il lavoro, persone di ogni età si incontrano nella piazza principale (Piazza Maggiore) o nelle tipiche osterie dove non è difficile conoscere i bolognesi. Gli stranieri sono pochi a Bologna per questo sono benvenuti. Bologna è una città ricca e elegante. Sotto i portici è possibile ammirare lussuosi negozi (Armani, Prada, Versace, Valentino, Dolce e Gabbana, Gucci, Bulgari e altri famosi stilisti italiani).

Costo della vita

Bologna non costa poco ma paragonata con le città turistiche (Roma, Firenze, Venezia, Milano) non è cara. Si vive fuori di casa, si mangia nei ristoranti, si acquistano abiti di buon taglio anche con stipendi modesti. La pensione (piccolo hotel) costa circa 50 Euro al giorno per una camera singola. Le stanze presso famiglia, o in appartamento privato con altri partecipanti al corso sono in centro, mediamente confortevoli a un prezzo contenuto 128 Euro alla settimana.

Mangiare fuori

E’ possibile mangiare in pizzeria o in ristoranti economici spendendo 10-15 Euro per un pasto con una bevanda (vino, birra, o bibita). Un ristorante di media qualità costa circa 35 Euro per un pasto completo con vino. A Bologna sono convenienti (prezzo-qualità) i ristoranti di alta qualità, che costano attorno a 50 Euro . La stessa qualità di cucina  si trova a prezzo doppio nei ristoranti delle città turistiche. A Venezia o a Milano un pasto costa molto di più e la cucina non è così buona come a Bologna.

Ecco alcuni locali per mangiare:

Meno di 20 Euro

  • Trattoria del Rosso via Righi, 30
  • Rosso San Martino piazza San Martino, 3

Circa 35 Euro

  • Trattoria Collegio di Spagna via Collegio di Spagna, 15/b
  • Antica Trattoria Spiga via Broccaindosso, 21
  • La Montanara via Righi, 15
  • Trattoria della Santa via Urbana, 7

Più di 40 Euro

  • Diana via Volturno, 5
  • Osteria de’ Poeti via dei Poeti, 1/b
  • Da Bertino via Lame, 55
  • Da Nello via Montegrappa, 1

“Osterie” dove bere e mangiare:

  • Osteria del Sole vicolo Ranocchi, 1/d
  • Cantina Bentivoglio via Mascarella, 4/b
  • Osteria dell’Orsa via Mentana, 1
  • Osteria Sette Chiese via Borgonuovo, 6

Cosa indossare

L’inverno può essere freddo e l’estate calda. In primavera e in autunno il clima è di solito temperato ma può piovere! I vestiti dovrebbero essere adatti alle stagioni. Non si devono dimenticare le scarpe comode per le escursioni e il costume da bagno!

Mercati

Mercato di Mezzo (via Clavature)
Tra via Clavature, via Pescherie vecchie e via Drapperie, la zona che per i bolognesi è il Quadrilatero, i chioschi degli alimentari si trovano nelle parti laterali, esattamente dov’erano nel passato. In tutto sono 740 metri quadri. Vendita di prodotti alimentari, frutta e verdura. Il mercato offre tutti i sapori tipici e freschi del territorio bolognese. Lun. mar. mer. ven. sab.: 7.00 -13.00 e 16.15 -19.30; gio.: 7.00-13.00. Domenica e festivi chiuso. Ci sono 10 chioschi interni per mangiare al banco eccellenti prodotti tipici di alta cucina e buon prezzo.

Mercato delle Erbe
Il mercato delle erbe dal 1910 si trova nell’attuale mercato coperto in fondo a via Ugo Bassi dei banchi dei contadini Lunedì – sabato 7:00 – 13:15 e 17:30 – 19:30; chiuso giovedì e sabato pomeriggio. Domenica e festivi chiuso. Ci sono locali per aperitivi, piatti di buona cucina e buon vino a prezzi contenuti.

La Piazzola
La Piazzola è Mercato Storico dell’Emilia-Romagna. del 1251 in piazza VIII Agosto vicino alla stazione, il venerdì e il sabato. Si trovano  vestiti firmati e scarpe a prezzi bassi, nuovi, usati, vintage, accanto al  mercato delle pulci nel parco della Montagnola, all’angolo tra via dell’Indipendenza e via Irnerio.

Mercato della Terra
In via Azzo Gardino, tra via Marconi e Porta Lame, c’è il Mercato della Terra il sabato mattina. I contadini vendono i loro prodotti stagionali. Ortaggi e frutta, pane e biscotti, latte e yogurt, uova e carne, formaggi e salumi, vino e birra, miele e marmellate, fiori e pasta fresca: la migliore qualità del territorio, garantita dalla faccia del contadino.

Musica e teatro


Teatro comunale
largo Respighi, 1
Tel 051 529 999


Teatro Duse
via Cartoleria, 42
Tel 051 231 836

Teatro Dehon
via Libia, 59
Tel 051 342 934


Arena del Sole
via Indipendenza, 44
Tel 051 2910 910


Teatro Delle Celebrazioni
via Saragozza, 234
Tel 051 6153370


Europauditorium
piazza Costituzione, 4
Tel 051 372 540


Estragon Club
via Stalingrado, 83

Shopping

Via Farini, il Portico del Pavaglione, la Galleria Cavour (che si apre in Via Farini all’altezza di Cavour) e in parte le vie Castiglione, S. Stefano, Orefici e Strada Maggiore sono la zona dei negozi di lusso. Invece Via Rizzoli e Via Ugo Bassi e parte di Strada Maggiore sono la zona di shopping medio-alto. Via Indipendenza e Piazza VIII Agosto sono la zona dei negozi economici.

Trasporti

I trasporti pubblici (autobus) costano 1,30 Euro in città. I treni regionali sono poco frequenti ma abbastanza economici, invece i treni veloci costano molto.

For bus schedule please visit http://www.tper.it/orari/linee

Regional trains are frequent and cheap enough, whereas fast trains are more expensive. To find schedules and prices see: http://www.fsitaliane.it/